Al fianco di Carlo Conti ci sarà la regina degli ascolti Mediaset. Maria De Filippi presenterà il Festival a titolo gratuito



L’annuncio più atteso alla conferenza stampa per la presentazione della 67^ edizione del Festival di Sanremo è stato: “Maria De Filippi condurrà il Festival al fianco di Carlo Conti“.
Maria «la sanguinaria» in una sorta di joint-venture tra Mediaset e la Rai per dare grinta alla kermesse canora, dopo presunti scoop e finte interviste di smentita che hanno fatto impennare le vendite del settimanale ‘Chi’ di Alfonso Signorini, fautore della fuga di notizie.

Mi ha detto fai ciò che vuoi” ha affermato Maria De Filippi, interrogata sulla reazione di Berlusconi alla notizia. Nessuna opposizione da Maurizio Costanzo che ha incoraggiato Maria con un “Sono orgoglioso di te“. Maria parteciperà a titolo gratuito, troncando sul nascere l’eventuale polemica sul possibile cachet stellare che la Rai avrebbe sborsato per averla sul palco.

Per il mio terzo anno alla conduzione del Festival ci voleva un’idea diversa. Ci voleva il top. E pensando al top ho pensato a Maria. Dopo qualche telefonata e un incontro, abbiamo stretto il patto di Follonica“, ha raccontato il conduttore. In merito al ruolo giocato in scena dalla De Filippi, in conferenza stampa lei stessa ha precisato: “La mia è una partecipazione vera e propria, con tutta me stessa, con la mia stima e l’empatia che ho verso Conti. Carlo è e rimane il direttore artistico: non ho preso parte ad alcuna decisione, non ho sentito le canzoni, non ho partecipato al contenuto del Festival perché penso che Sanremo sia della Rai e di Carlo“. Una mossa strategica per sollevare qualsiasi responsabilità a lei eventualmente co-imputabile nel caso di mancata riuscita di questa edizione.

Sarà Riccardo Tisci a vestire Maria De Filippi al Festival di Sanremo: “Firma Givenchy da dodici anni – ha spiegato la conduttrice – è un’eccellenza uscita dall’Italia per poter riuscire a fare quello che voleva fare ed è un peccato. È un uomo intelligente, viene da una famiglia umile, pugliese, è vissuto a Como ed è andato all’estero a 17 anni. Si è mantenuto grazie alle borse di studio ed è diventato quello che è diventato“. Confermato Salvatore Ferragamo, invece, per gli abiti indossati da Carlo Conti.