Come ben sappiamo l’insediarsi della pandemia da Covid-19 ha messo in difficoltà molti settori in tutto il mondo, tra cui quello della distribuzione e ristorazione, generando una preferenza nel fare acquisti online. Per quanto riguarda l’estero, soprattutto nel Regno Unito, nel 2020 tutte le principali catene di supermercati hanno fatto dei veri e propri progressi in termini di vendite digitali di food e grocery, ma quello che è cresciuto in maniera esponenziale è stato Amazon.

Si tratta di una crescita che mira ad aumentare ancora di più nell’era post-pandemia e, stando alle ultime previsioni fatte dagli analisti di Edge Retail Insight, il colosso statunitense dell’e-commerce prima del 2025 raggiungerà e supererà per la prima volta Tesco, ossia la catena di negozi di generi alimentari britannica attiva a livello internazionale e primo gruppo di distribuzione del Paese e di uno dei maggiori d’Europa.

Oltre alle innumerevoli vendite online di ogni genere di consumo, Amazon si è cimentato anche nell’esperienza del commercio fisico aprendo durante il 2020 a Londra tre negozi con il nome Amazon Fresh. L’e-commerce ha riscontrato un grande successo di vendite anche nei suoi negozi fisici, special modo di frutta, verdura ed altri alimentari rilevando un incremento del 17,6%. In vista dei prossimo cinque anni questo settore è destinato a crescere ancora di più, e secondo Edge by Ascential nel 2025 raggiungerà la 15esima posizione in classifica generale posizionandosi davanti a Shell, McColls, Bp e Wilko.

Come dichiara Deren Baker, CEO di Edge by Ascential, i loro dati mostrano che Amazon continuerà a crescere e tale trend sarà guidato dai giganti del digitale come Amazon, ma anche dai colossi dell’omnichannel come Tesco. Anche l’intervento di Robert Gregory, advisory research director di Edge by Ascential, ha spiegato che nell’ultimo anno Tesco, Sainsbury’s e Asda sono state tutte in grado di espandere la loro capacità nei servizi online Tesco, di recente, ha reso noto di aver aumentato del 77% le proprie vendite digitali nel 2020-21 dopo aver raddoppiato la propria capacità online a 1,5 milioni di slot per settimana. La crescita futura sarà guidata anche dai retailer che cercano di migliorare la velocità di consegna incluse le partnership con gli specialisti delle consegne dell’ultimo miglio come Deliveroo e Uber Eats.