Le auto di nuova generazione saranno sempre più connesse ed autonome. Così Suzuki, Subaru, Daihatsu, Toyota e Mazda hanno raggiunto un accordo per diffondere in maniera univoca le specifiche tecniche relative ai dispositivi di comunicazione dei veicoli di nuova generazione e sostenere l’utilizzo comune dei sistemi di comunicazione, facendo uso di servizi connessi per mettere in comunicazione sia automobili che società.

Nell’ambiente CASE (connesso, autonomo, condiviso ed elettrico), che pare stia creando rilevanti trasformazioni nell’industria delle auto, si stanno ultimando importanti progressi nel mondo della connessione, in merito a comunicazioni e dati della tecnologia e del business, compresi i servizi cloud, IoT, big data e AI (Intelligenza Artificiale). Ogni casa automobilistica sta progettando in maniera autonoma i dispositivi di comunicazione dei veicoli ed ogni azienda sta utilizzando un personale approccio nel proseguire con lo sviluppo e l’uso delle risorse attinenti, anche in determinati casi dove vengono concessi i medesimi servizi di connessione come le funzioni di azionamento a distanza.

Schema Servizi connessi – Foto | Sito Uff. Toyota

Dunque le case automobilistiche Mazda, Suzuki, Subaru, Daihatsu e Toyota, malgrado all’interno di ogni veicolo introducono soluzioni personali relative alle tecnologie di comunicazione di base sviluppate da Toyota, faranno parte di una comune infrastruttura per le auto connesse del prossimo futuro, dotate di specifiche di connessione comune per veicoli e rete. Una volta stabilita la qualità dei dispositivi e della comunicazione tra i veicoli, i clienti avranno a loro disposizione servizi di connessione migliori, come la velocità della connessione e la qualità del segnale. Inoltre, sarà possibile ridurre i costi di sviluppo di ogni singola azienda che aderirà al progetto; rendere più semplice l’utilizzo del sistema e gli aggiornamenti con ulteriori nuove funzioni ed ottimizzando le risorse utili in termini di strutture e del personale. Suzuki, Subaru, Daihatsu, Toyota e Mazda terranno in considerazione la partnership con altri marchi simili per mandare avanti questo progetto comune.