Entro il 2026 Carrefour, nota catena di supermercati e ipermercati francese, punta a triplicare il suo Gross Merchandise Value (GMV) per l’e-commerce, cercando di perseguire 10 miliardi di euro. Per giunta il Gruppo si aspetta che il digitale possa collaborare per più di 600 milioni di euro al Risultato Operativo Ricorrente (ROI) nel 2026 rispetto ad oggi.

Raggiunto questo obiettivo, Carrefour vorrà aumentare di circa il 50% i suoi investimenti nel mondo del digitale, applicando un piano relativo ai 3 miliardi di euro tra il 2022 e il 2026. Logicamente, il Gruppo conduce il suo scopo di investimento annuo a circa 1,7 miliardi di euro, un valore che risulta essere più elevato rispetto al range di 1,5/1,7 miliardi di euro annunciato ad inizio 2021.

Come ha dichiarato Alexandre Bompard, presidente e CEO di Carrefour, mentre un primo piano di trasformazione di successo giunge al termine, ora vogliono trasformare Carrefour, un retailer tradizionale con capacità di e-commerce, in una Digital Retail Company, che pone il digitale e i dati al centro di tutte le sue operations e del suo modello di creazione di valore. Questo profondo cambiamento, che intendono realizzare entro il 2026, permetterà di sfruttare tutto il potenziale dell’omnichannel, che è oggi il DNA di Carrefour e un patrimonio unico nel settore.

I loro progressi digitali gli permetteranno di sviluppare nuovi flussi di reddito e di profitto, oltre a migliorare la performance operativa di tutti i loro formati. Saranno supportati da partner internazionali di primo piano, da un budget aggiuntivo per gli investimenti e da una formazione digitale per tutti i dipendenti del gruppo. Bompard si reputa convinto che questo nuovo corso “digital first” sarà un potente vettore di leadership in un mercato in rapido cambiamento.

Inoltre, il Gruppo ha anche annunciato l’obiettivo di divenire carbonio-neutrale all’interno delle sue attività di e-commerce entro il 2030.