Almeno una volta nella vita vi è sicuramente capitato di assistere ad una videocall di lavoro di lunga durata e noiosa dalla quale volevate a tutti i costi scappare, ma non sapevate come fare. Ecco, a tal proposito, lo sviluppatore Sam Lavigne ha avuto la geniale idea di inventare Zoom Escaper, ossia una web app in grado di creare suoni fastidiosi simili ad eco, cattiva connessione, voce metallica così da “sabotare” la videochiamata ed essere costretti ad abbandonare la riunione incresciosa e infinita.  

Tutto ciò è possibile esclusivamente tramite il sito ufficiale di Zoom Escaper aperto con il browser Chrome. Cosa occorre fare per attivare questa fantastica funzione? Come prima cosa bisogna consentire l’accesso al microfono del proprio dispositivo dalla finestrella, poi occorre scaricare e installare una piccola utilità (Vb-Cable), successivamente si fa un refresh del sito per poter riaprire la pagina. Fatto ciò bisogna cliccare su ‘Start’ per poter usufruire di una vasta gamma di opzioni.   

A questo punto le opzioni sono due: riprodurre fastidiosi ed energici rumori che vanno a sovrastare il sonoro del nostro streaming oppure intralciare Zoom senza intermediari. Per quanto riguarda la prima opzione occorre cercare dalle opzioni offerte sulla pagina che recano un eco, una connessione saltuaria oppure che recano frastuono con suoni come l’abbaio di un cane, del forte vento, di lavori in corso, di bambini che urlano o addirittura di un uomo che piange affranto.

Una videocall noiosa e interminabile può addirittura portare l’utente ad avere una patologia come la nota ‘Zoom fatigue’ ovvero affaticamento da videoconferenza. Infatti, lo smart working attule e le lunghissime chiamate da remoto stanno recando un vero e proprio esaurimento psicofisico. Ed è proprio sulla base di ciò che Lavigne ha deciso di progettare e lanciare Zoom Escaper per “salvare” gli utenti dalle fastidiose riunioni di lavoro.