In questo periodo difficile contrassegnato dall’emergenza sanitaria da Covid-19, è nata una vera e propria alleanza tra Facebook e Agis scegliendo di unire le proprie forze per sostenere lo spettacolo italiano in occasione della Giornata Mondiale dei Teatri. Il famoso social network e l’Associazione italiana generale dello spettacolo si sono accordati per formare in via digitale tutti gli operatori di questo settore e organizzare (sia sul piano tecnico che economico) un evento in streaming su Facebook tramite lo strumento ‘Paid Online Events’. Questa bella idea è nata grazie al primo esperimento fatto al Teatro San Carlo di Napoli con la prima della Cavalleria Rusticana dello scorso 4 dicembre 2020, che proprio con la collaborazione di Facebook, è riuscita a raggiungere 34.000 persone collegate da ben 80 Paesi di tutto il mondo.

Il presidente dell’Agis, Carlo Fontana, si ritiene molto soddisfatto di questa straordinaria iniziativa e felici che Facebook metta a disposizione la propria esperienza per sostenere i loro associati. La pandemia mondiale da Coronavirus sta producendo profonde trasformazioni nella realtà produttiva ed è di rilevante importanza la possibilità di formare nuovi operatori. Secondo le parole del presidente Fontana nulla riuscirà mai a sostituire la magia e la bellezza che lo spettacolo dal vivo sa regalare, e nessuno pensa di farlo, ma il mondo del digitale rappresenta una piccola fiamma che tiene vivo e attivo il mondo intero.

Anche il Country Director di Facebook Italia, Luca Colombo, si è espresso con il medesimo spirito dichiarando che la cultura è il simbolo principale dell’Italia del mondo e per loro è naturale poter offrire un contributo al Paese in questo settore. Si aprono grandi prospettive a chi sarà in grado di integrare l’online con lo spettacolo dal vivo.

Dunque Facebook e Agis lavoreranno insieme per offrire al pubblico un evento online (visibile sul social network) con lo strumento di Paid Online Events, che regalerà: balletti, concerti, spettacoli di prosa, opere liriche. Si avrà la possibilità di lanciare anche donazioni e fondi che saranno devoluti ad una delle realtà culturali così come l’utilizzo di altri social quali WhatsApp e Messenger per avere un contatto più diretto con gli appassionati del mondo dello spettacolo.