Con l’insediamento dell’emergenza sanitaria da Covid-19 siamo perfettamente a conoscenza che le esigenze dei commensali hanno subito cambiamenti. Nei trend 2021 della ristorazione saremo favorevoli ad un gradito ritorno (anche nelle nostre abitazioni) di realizzazioni culinarie e bevande orientate alla salute e al benessere fisico.

Food Trend 2021: come saranno i ristoranti del futuro

Sale sempre di più la voglia e il buon senso di andare incontro e di supportare le piccole imprese e i fornitori locali nel combattere e superare la crisi di questi tempi. Inoltre le persone, per un pranzo o una cena all’aperto, fanno richiesta di location sicure nel rispetto delle regole sul distanziamento sociale (distanziamento dei tavoli, impianti di aerazione, disinfezione). Questo porterà ai ristoratori ad investire in nuovi e ulteriori spazi per rendere il proprio locale sicuro e accessibile.

Il locali del futuro sono quei posti in cui le persone vanno a mangiare e lavorare a qualsiasi orario della giornata. Ad esempio il bistrot piace davvero tanto, perché riesce ad accorpare il tempo libero alla funzionalità produttiva e questo, inoltre, fa sì che i ristoratori non vadano incontro a sprechi. Con il distanziamento e le regole imposte, i tavoli e le poltroncine sono singole ma comode e funzionali per poter lavorare.

Ristorazione – Foto | Piotr Szulawski su Unsplash

In base agli ordini ricevuti il mondo del marketplace ha evidenziato un elevato cambiamento delle abitudini alimentari del popolo italiano durante questo difficile 2020 al quale anche la ristorazione si è dovuto adeguare. Di seguito le dichiarazioni rilasciate da Gabriele Angeleri, co-founder e board member:

“I consumatori sono sempre più attenti a quello che ordinano al ristorante e di conseguenza ristoratori e produttori hanno modificato anche i propri menù e le preparazioni, valorizzando gli ingredienti a km 0 e i prodotti certificati e genuini. In Deliveristo abbiamo avuto un grande incremento di offerta di ortofrutta, carne, pesce e di tutto il reparto freschi, per esempio. Inoltre, abbiamo venduto moltissimo tartufo, complici anche le campagne marketing e la comunicazione sui social network, segno che la digitalizzazione è sempre più importante, anche nel mondo della ristorazione”.

Si è sviluppata già nel 2020 grazie all’aumento del delivery. Si tratta della Dark Kitchen ovvero la cucina senza ristorante, che avrà tanto spazio nella ristorazione del 2021. Le spese saranno ridotte, soprattutto quella dell’affitto del locale, che non avrà sale ma solo una cucina. Questo per rendere il tutto più efficiente e flessibile in questi tempi particolari.