In occasione dello scorso Salone di Monaco 2021, che si è tenuto dal 7 al 12 settembre a Monaco di Baviera, il colosso Huawei ha presentato una nuova guida autonoma per i prossimi modelli di auto intelligenti. La soluzione in questione si chiama Autonomous Driving Solution (ADS), che si basa su algoritmi full-stack, centro di calcolo e su sensori di recente generazione.

Come spiega l’azienda cinese, con sede a Shenzhen, l’Autonomous Driving Solution aggiunge alle auto private la funzionalità di guida autonoma consentendo a chi guida nelle città di abilitare in modo semplice questa nuova modalità di navigazione in qualsiasi scenario e in qualsiasi condizione sia atmosferica che di traffico. Facendo un esempio: se ci si trova in un luogo non distante da casa, si può attivare la modalità Home tramite l’assistente vocale e impostare l’impianto di aria condizionata ad una temperatura ottimale prima di arrivare alla propria abitazione.

Inoltre, non poteva che mancare anche l’Augmented Reality Head-Up-Display (AR-HUD), ossia un sistema di visualizzazione ottica innovativo dotato di un angolo capace di raggiungere 13°x5° per coprire un maggior numero di corsie contemporaneamente. Il parabrezza si trasformerà in uno schermo da 70 pollici dove verranno trasferiti i dati principali per garantire una guida in sicurezza. Qualora ci dovesse essere scarsa visibilità, dopo aver visualizzato tutte le necessarie informazioni sui veicoli, ostacoli e pedoni, ecco che entrerà in supporto l’AR-HUD. Il sistema Augmented Reality Head-Up-Display, inserito a bordo delle auto e a completa disposizione degli utenti, sfoggia un display Full HD con una risoluzione fino a 100 pixel-per-degree.

Come spiega Tang Ming, vice-presidente Huawei Intelligent automotive solutions per l’Europa, oggi giorno l’industria automobilistica si trova ad un punto critico nella sua trasformazione a favore di una mobilità connessa, autonoma, condivisa ed elettrica. Potendo contare sulla loro comprovata esperienza e sulle loro competenze sviluppate in oltre 30 anni nel campo dell’information technology, hanno così deciso di lanciare soluzioni e componenti intelligenti per automobili con l’obiettivo di supportare le Case europee nella costruzione di vetture di nuova concezione e a prova di futuro.