Oggi giorno, soprattutto con l’emergenza sanitaria da Covid-19, il mondo del digitale sta avanzando sempre di più ed è proprio grazie all’innovazione tecnologica che molti settori (ad esempio il food delivery) non hanno chiuso durante il lockdown. Di recente un’interessante novità riguarda proprio McDonald’s, una delle catene di ristoranti di fast food di origine statunitense più famose al mondo, infatti, grazie alla nuova app il cliente avrà la possibilità di ordinare e pagare direttamente dal proprio smartphone per poi ricevere l’ordinazione al tavolo o in auto (inserendo in questo caso il numero del parcheggio riservato a tale servizio).

L’aggiornamento della nuova app di McDonald’s si potrà scaricare a breve e, a partire dal mese di giugno in corso, inizieranno i test in diversi punti vendita per poi perseguirli tutti nei prossimi mesi. Andrà incontro a sviluppi importanti anche il McDrive, in seguito al gran successo riscontrato dai 370 drive-through durante la chiusura per la pandemia grazie proprio al servizio di delivery contactless.

Stando alle dichiarazioni rilasciate da Dario Baroni, vice-presidente brand & customer experience di McDonald’s Italia, grazie al debutto dei sistemi di intelligenza artificiale e nuovi schermi interattivi sarà possibile che una voce ci chieda se vogliamo ordinare “il solito”. Questo è possibile grazie al riconoscimento vocale e della targa, oltre a quello delle preferenze e dei gusti del cliente, ovviamente dopo che avrà fornito tutti i consensi relativi alla privacy.

Inoltre, i menu proposti cambieranno sempre di più anche in base a variabili come l’orario oppure il clima. È già realtà in alcuni progetti pilota e in due o tre anni potrebbe esserlo anche su tutta la rete. Sempre secondo Baroni, l’obiettivo per il 2021 è quello di raggiungere ulteriori 35 ristoranti, special modo le tipiche ‘casette’ attrezzate di drive through, ma sono previste inaugurazioni anche nei centri commerciali e centri storici. Il mondo del digitale nel settore della ristorazione non prevede esclusivamente l’esperienza di consumo e la relazione con i clienti, ma riguarda anche l’intero processo di produzione che va dai fornitori alla logistica fino all’organizzazione delle specifiche cucine.