L’ultimo film del 2020 scritto, prodotto e diretto da Robert Rodriguez, ovvero We Can Be Heroes, è uscito a Natale e sta riscontrando un incredibile successo. Fino alla scorsa settimana Netflix, la piattaforma streaming sede del film, ha registrato 44 milioni di famiglie che lo hanno visto. Ed è proprio il colosso digitale statunitense che ha messo in cantiere un sequel della pellicola di supereroi rivolta ad un pubblico giovanile, ma non solo. A renderlo noto è lo stesso regista del film che ha dichiarato così su Twitter: “Ultim’ora: Gli Heroics torneranno per un secondo round! Il sequel è in pieno sviluppo con Netflix”.

Il film dei supereroi We Can Be Heroes ha raggiunto, dunque, un ottimo risultato e fama, anche se non risulta del tutto una sorpresa special modo per coloro che hanno amato e seguito titoli analoghi che Robert Rodriguez ha sfoggiato, ovvero: ‘Spy Kids’, ‘Le avventure di Sharkboy’ e ‘Lavagirl in 3-D’, di quest’ultimo We Can Be Heroes ne rappresenta uno spin-off.

Dunque in We Can Be Heroes c’è un ritorno ad alcuni dei personaggi già presenti nelle precedenti pellicole del regista, ma non si tratta di un vero e proprio sequel, dato che come spiega lo stesso Rodriguez, nel film originale quei personaggi stavano in un mondo di fantasia, mentre in questo sono in quello reale.

Trailer We Can Be Heroes – Fonte Video | Netflix Italia

Nel primo capitolo di We Can Be Heroes il cast è composto da: YaYa Gosselin, Pedro Pascal, Priyanka Chopra Jonas, Christian Slater, Boyd Holbrook, Christopher McDonald e Adriana Barraza, e ancora Vivien Blair, Isaiah Russell-Bailey, Akira Akbar, Lyon Daniels, Nathan Blair, Lotus Blossom, Hala Finley, Andy Walken, Dylan Henry Lau, Andrew Diaz, Taylor Dooley, Sung Kang, Haley Reinhart, J. Quinton Johnson, Brittany Perry-Russell, Brently Heilbron e JJ Dashnaw.

Il regista, quindi, ha voluto mettere in scena una saga che si “distacca” dagli altri film. Così facendo, infatti, si è rivelata subito una mossa vincente, considerata la richiesta per un secondo capitolo.