Da un po’ di tempo Tim è a lavoro sul progetto ‘Operazione Risorgimento Digitale’. All’inizio l’obiettivo era quello di svolgere un tour in tutta Italia per organizzare incontri e dare informazioni digitali, ma a causa dell’insediarsi della pandemia da Covid-19 i pani sono cambiati, portando il progetto verso la digitalizzazione delle persone. I risultato ottenuto è stata più che positivo con numeri che hanno segnato più di 1 milione di persone che si sono collegate a percorsi formativi di ogni genere e webinar. A quanto pare Tim ha deciso di collaborare con la Rai per lanciare, verso il periodo autunnale, una docuserie improntata sul rinascimento degli italiani nel mondo del digitale.

Si tratta di otto storie cui tema sarà il racconto di tutti quegli italiani che non hanno utilizzato il digitale solamente per sopravvivere, ma anche per reinventarsi. Il titolo della docuserie è il seguente: ‘Tutto è possibile. Storie di Risorgimento Digitale’. Il presidente di Tim, Salvatore Rossi, ha dichiarato a tal proposito che serviva il salto di qualità ed il migliora partner per farlo non poteva che essere la Rai, già protagonista negli anni ’50 di una memorabile campagna di alfabetizzazione, nel senso letterale del termine. Come aggiunge il presidente Rossi, il superamento del digital divide con la crescita dell’alfabetizzazione digitale ed è un obiettivo di cui anche il presidente Draghi ha sottolineato l’importanza. Lo scopo è quello di non lasciare nessuno indietro. Tutti sanno leggere e scrivere, ma non tutti sanno usare un computer e così hanno pensato di coinvolgere nel progetto anche la Rai.

Recandosi sul sito ‘Operazione Risorgimento Digitale si possono trovare tutte le informazioni per candidare la propria storia fino al 26 aprile 2021. Ogni episodio, dura circa 25 minuti e racconta quanto il digitale stia cambiando la vita di ognuno di noi. Alla fine di ogni puntata, il protagonista, donerà un oggetto rappresentativo della sua avventura che andrà a far parte integrante del progetto.