Purtroppo la pandemia da Covid-19 ha causato molti disagi in molti settori, tra cui quello di arte e cultura, portando questi a lunghe chiusure. Per fortuna ad oggi la situazione dei contagi nel nostro Paese sta calando, piano piano si sta tornando alla vita “normale” e molti settori stanno riaprendo al pubblico. Così, per incentivare le visite ai principali musei d’Italia, Uber (nota azienda californiana che fornisce un servizio di trasporto automobilistico privato attraverso un’app mobile che mette in collegamento diretto passeggeri e autisti) propone uno sconto del 50 per cento sulle corse che trasportano dalla Pinacoteca di Brera di Milano fino al Museo Egizio di Torino oppure al Palazzo delle Esposizioni di Roma. E questo era solo un esempio. La campagna in questione si chiama ‘Uber ti porta al Museo’ è valida dal 17 maggio al 31 maggio e chi fosse interessato può prenotare un’auto attraverso l’app per arrivare in uno dei musei coinvolti nella splendida iniziativa.

Come ottenere lo sconto Uber per i musei

Per ottenere lo sconto offerto da Uber del 50 per cento è davvero molto semplice, infatti, non occorre fare altro che prenotare il viaggio inserendo nell’apposita app il codice UBERMUSEI, che si può utilizzare al massimo due volte per ogni singolo utente (dunque comprende andata e ritorno). Qualora il punto di partenza oppure la destinazione della corsa fa parte dei musei selezionati per questa iniziativa a Milano, Roma, Napoli, Bologna e Torino, il prezzo della corsa costerà la metà.

In una nota che esplica tale iniziativa, si evince che Uber intende offrire il proprio contributo per far ripartire le attività museali e far riavvicinare i cittadini italiani alle bellezze, alla storia e all’orgoglio del proprio paese. Tra i trenta musei che fanno parte dell’iniziativa ‘Uber ti porta al Museo’ fanno parte la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea e il Museo dell’Ara Pacis a Roma, il Museo della scienza e tecnologia e il Museo del Novecento a Milano, il Museo del Cinema e la Venaria Reale a Torino, le Due Torri e il Museo d’Arte Moderna a Bologna, il Madre e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Ovviamente è doveroso dire che ogni singola corsa avverrà nel pieno rispetto delle norme anti-Covid e misure di sicurezza per evitare i contagi. Si prevede, dunque, l’obbligo della mascherina sia per autisti che per i passeggeri, sanificazione dei veicoli e fornitura di gel igienizzante.