La Vayyar Imaging, società israeliana di semiconduttori che si occupa della produzione di sensori radar per immagini 4D, sarebbe pronta a portare una vera e propria rivoluzione nel mondo dell’automotive ed alla scoperta di tecnologie invisibili che si trovano a bordo delle auto di oggi ed in quelle del futuro. L’azienda, conosciuta meglio allo scorso CES di Las Vegas, si è messa a lavoro per migliorare il radar 4D posto all’interno dell’abitacolo che, di recente, ha anche ricevuto l’approvazione da parte della Federal Communications Commission (FCC) negli Stati Uniti e dall’Istituto europeo per le norme di telecomunicazione (ETSI) in Europa, oltre ad aver già perseguito i necessari requisiti Euro NCAP per il 2023.

Fonte Video | Vayyar Imaging

Le automobili moderne possiedono chip in grado di monitorare determinati aspetti considerati, quasi da tutti, secondari o trascurati. Difatti, sia Tesla che Mercedes aveva abolito il supporto lombare elettrico dal sedile lato passeggero per ottenere un risparmio. Addirittura la casa francese Peugeot ha dovuto eliminare l’i-cockpit dalle 308 e la Land Rover che ha sospeso la produzione del Defender ricco di tecnologia. Questo per non cadere nel fenomeno chip shortage. Ecco che in questa situazione interviene Vayyar con il radar 4D, andando ad inserire un unico dispositivo capace di accogliere diversi sensori disposti all’interno dell’abitacolo e che, tra l’altro, sono richiesti per legge.

Questo non solo consente di risparmiare, ma anche di ridurre fattori come il peso ed i cablaggi. Si tratta, dunque, di un singolo chip capace di integrare l’hardware che consente la visione su tre file di sedili fino al raggiungimento di 8 passeggeri. Tra i diversi miglioramenti c’è anche il monitoraggio dei bambini a bordo delle vetture, andando in questo modo ad eliminare i cuscini (ritenuti fastidiosi) dotati di sensore ed obbligatori per la legge a bordo dei dispositivi anti-abbandono. Sarà abilitato anche l’avviso per le cinture di sicurezza. Inoltre, il radar 4D nell’abitacolo da 60 GHz è in grado di controllare lo stato effettivo dei sedili occupati dai passeggeri.