Fiat Panda 2024

La notizia è di quelle che fanno scalpore. Sono stati pubblicati i primi bozzetti ufficiali di come sarà la nuova e quarta generazione della Fiat Panda. Un cambio epocale che segnerà l’ingresso in una nuova era.

Le immagini sono state mostrate in anteprima dal noto sito di informazione motoristica Al Volante. Il tutto è visibile al seguente link:

https://www.alvolante.it/news/fiat-nuova-panda-2024-le-immagini-dei-brevetti-392135

La nuova Fiat Panda si ispira, esteticamente, almeno in parte, alla concept Centoventi. Vediamo comunque nell’auto un design tutto nuovo, con linee nette e tese ed un posteriore abbastanza squadrato. L’auto sarà definitivamente presentata il prossimo 11 luglio, anche se, come avviene spesso, ci sono possibilità che le foto definitive sfuggiranno prima.

L’auto sarà lanciata sin da subito elettrica con una potenza che potrebbe essere superiore ai 110 CV e con un’autonomia di circa 320-340 km grazie a batterie da 44 kWh. In un secondo momento arriverà la versione “da prezzo” con pacco batterie più piccolo e forse qualche cavallo in meno, con la volontà di garantire sempre circa 280-300 km di autonomia.

Vedremo la nuova Fiat Panda anche a benzina mild hybrid con circa 90 CV. Insomma la gamma sarà completa per garantire un eccellente ritorno in termini di vendite.

La notizia che potrebbe lasciare perplessi è il luogo di produzione. La nuova Fiat Panda dovrebbe, infatti, essere assemblata nello stabilimento serbo di Kragujevac, dove sino a poco tempo fa veniva costruita la 500L. Una notizia pesante per la fabbrica di Pomigliano, dove nasce ad oggi la Panda attuale. Perdendo nel tempo questi volumi produttivi si dovrà ripensare in toto ai livelli produttivi del sito produttivo italiano.

Sorge spontanea la domanda. In Stellantis rimpiazzeranno la produzione della Fiat panda con due o tre modelli che facciano lo stesso numero di pezzi o si ricorrerà ad un ridimensionamento della fabbrica, favorendo le uscite degli addetti? Le la risposta sarà la seconda, la produzione nazionale di autoveicoli subirà una forte contrazione.