Tra le volontà di rilancio del marchio Fiat c’è di certo quella di lanciare nuovi modelli denominati riprendendo la nomenclatura di vetture di un tempo che hanno fatto la storia del brand. Sono tanti i nomi che potrebbero essere riutilizzati nel corso dei prossimi anni. Vediamo di elencarne alcuni. Fiat Punto, Croma, Multipla, Uno, ma anche Tempra, Bravo e Fiat Ritmo.

Proprio di quest’ultima vogliamo parlare oggi. La Fiat Ritmo è stata la media della Casa italiana prodotta negli anni tra il 1978 ed il 1988. L’auto ha sostituito la 128 ed è poi stata rimpiazzata dalla Tipo. In 10 anni di onoratissima carriera sono state prodotto oltre 2 milioni di esemplari di Fiat Tipo, numeri davvero importanti. L’auto ha subito un importante restyling nel 1982. In gamma c’erano unità a gasolio ed a benzina. Famosissima la varante da 130 CV, denominata 130 TC, dalle elevate prestazioni, spesso impegnata nelle corse.

Potremmo attenderci il possibile ritorno di una Fiat Ritmo nel corso dei prossimi anni? La notizia non è da escludere completamente anche se, ovviamente, tutto dipenderà dal successo dei modelli ad oggi in gamma e da quelli in arrivo nel corso dei prossimi anni.

La nuova Fiat Ritmo o comunque una compatta di segmento C, magari anche station wagon (come è oggi la Tipo), potrebbe debuttare non prima del 2027-2028. Avere una media in gamma, parallela ad un suv di dimensioni simili, garantisce sicuramente un bacino di utenza maggiore. Molti competitor generalisti infatti hanno gamme con due o tre prodotti nel segmento C. pensiamo anche alle cugine Peugeot e Citroen.

Collaborando proprio con i marchi dello stesso gruppo si potrebbe arrivare ad avere una vettura di segmento economico, concreta, dalle caratteristiche di pregio. Magari, poi, con la partnership con Abarth, potrebbe rinascere la Fiat Ritmo 130 TC ad alte prestazioni. Ne sapremo qualcosa nei prossimi anni. Intanto precisiamo che la foto di copertina è stata creata con Intelligenza Artificiale.