E’ ormai nelle fasi finali di collaudo e test la nuova Porsche 911 Safari. Parliamo della versione rialzata della celeberrima sportiva tedesca. Un’auto inconfondibile, a listino dal 1963. Proprio per i 70 anni di carriera l’auto potrebbe proporre importantissime novità e, magari, introdurre la prima versione ibrida della sua storia.

La Porsche 911 Safari è stata più volte immortalata ormai senza quasi camuffature. Non si conoscono, però, ancora i dati ufficiali. Di seguito il link al video che ritrae le ultime immagini dell’auto impegnata nei test invernali:

Il designer avarvarii ha mostrato, sul suo profilo Instagram, quello che potrebbe essere l’aspetto definitivo di questa supercar rialzata. Inseriamo di seguito il link al social dell’artista:

La nuova Porsche 911 Safari debutterà probabilmente nella primavera del 2023, in quella che potrebbe essere l’edizione della rinascita del salone internazionale di Ginevra. Da capire se in concomitanza con il suo lancio verrà anche presentato il restyling della 911 tradizionale serie 992.

La Safari sarà riconoscibile per una maggiore altezza da terra, probabilmente tra i 40 ed i 50 mm. Protezioni sotto scocca e passaruota ne caratterizzeranno l’aspetto estetico.

L’auto sarà lanciata solamente con trazione integrale con, probabilmente, la stessa meccanica della Carrera 4S. Da appurare se la nuova Porsche 911 Safari sarà anche la prima versione ibrida plug-in della 911. La maggiore altezza da terra potrebbe infatti permettere di posizionare un piccolo pacco batterie, da circa 10 kWh, nella parte bassa dell’auto. Il motore elettrico di supporto verrebbe collocato nella zona del cambio della vettura. Autonomia a zero emissioni di circa 25-30 km. Potenza totale combinata di circa 550 CV.

Per quanto riguarda le vendite, la safari potrebbe debuttare entro l’estate del 2023. Il prezzo potrebbe aggirarsi attorni ai 5-6000 € in più delle pari varianti a benzina. La possibile ibrida ricaricabile potrebbe costare qualcosa meno di 200 mila euro. Seguiteci per aggiornamenti.