Skoda Octavia RS combi 2024

Arriva per l’estate il restyling della berlina (anche station wagon) Skoda Octavia. Il modello, tra i pilastri fondamentali del brand, si rinnova leggermente sia dentro che fuori con tanta tecnologia e motori nuovi.

La gamma di propulsori comprende motori a benzina, ibrida leggera e gasolio. In un secondo momento (probabilmente in autunno) arriveranno anche le proposte ibride ricaricabili. Già presentata la potentissima versione RS della Skoda Octavia, inizialmente solo a benzina, con più cavalli, la più potente di sempre.

La quarta generazione della Skoda Octavia è stata introdotta a fine 2019 quindi era giunto il momento dell’aggiornamento di metà carriera. Le modifiche esterne si concentrano sui fari più complessi, ora dotati opzionalmente di tecnologia LED Matrix “Crystallinium”. Piccole modifiche sono apportate sul paraurti e nella zona delle prese d’aria. I designer Skoda hanno anche modificato il paraurti posteriore, aggiungendo una nuova grafica per i fanali posteriori a LED. Inoltre, l’allestimento Sportline sostituisce le parti cromate con accenti nero lucido ed aggiunge cerchi da 19 pollici opzionali.

All’interno, la Skoda Octavia viene fornita di serie con un quadro strumenti digitale da 10 pollici ed un display di infotainment da 10 pollici per il sistema multimediale. Quest’ultimo può essere opzionalmente da 13″. Novità anche in termini di materiali, ADAS e rivestimenti. Previste infine funzionalità sofisticate come l’assistenza al parcheggio remoto che sarà presto disponibile insieme a un assistente vocale Chat GPT basato sull’intelligenza artificiale.

La nuova Skoda Octavia RS monta il TSI da 2.0 litri turbocompresso con una potenza aumentata a 265 CV. La RS, inoltre, adotta in esclusiva l’assetto sportivo ribassato di 15 mm, i cerchi in lega da 18″ (19″ in opzione) il differenziale VAQ a controllo elettronico, il servosterzo progressivo, l’impianto di scarico sportivo ed una modalità di guida Sport con tarature specifiche.

Per il resto della gamma i clienti potranno scegliere tra il diesel 2.0 TDI da 116 CV e 300 Nm oppure 150 CV e 360 Nm (cambio manuale per il primo ed automatico per il secondo). A benzina ci sono il 1.5 TSI da 116 e 220 Nm e 150 CV e 250 Nm con cambio manuale. Il motore da 150 CV automatico sarà anche mild hybrid. Previsto anche il 2.0 TSI da 204 CV e 320 Nm (in arrivo in un secondo momento).

In autunno arriveranno le due versioni ibride plug-in da 204 e 272 CV (la seconda denominata RS) con 1.5 TSI abbinato a nuova batteria da circa 19 kWh per circa 100 km di autonomia.