Robotaxi, Elon Musk e i piani di Tesla in Cina
Robotaxi, Elon Musk e i piani di Tesla in Cina

Durante la sua ultima visita in Cina, Elon Musk ha proposto un piano audace: introdurre i veicoli Tesla completamente autonomi come taxi. La risposta del governo cinese è stata cautamente positiva, accogliendo l’idea di un test, ma senza concedere ancora il permesso per un impiego estensivo.

Elon Musk immagina di utilizzare queste tecnologie avanzate per rivoluzionare il modo in cui si viaggia in taxi in Cina. Le autorità hanno espresso interesse, vedendo in Tesla un potenziale modello da seguire. Nonostante ciò, la strada per un’approvazione definitiva sembra ancora lunga. L’8 agosto Tesla si prepara a svelare il suo robotaxi, parte integrante dei suoi ambiziosi piani futuri. Con la Cina come secondo mercato più grande, Musk spera che questa novità possa aiutare Tesla a distinguersi dai produttori di auto locali.

Prima di poter lanciare a pieno regime le sue funzionalità di guida autonoma, Tesla deve assicurarsi le autorizzazioni per gestire i dati essenziali per l’allenamento dei suoi sistemi di assistenza al conducente. Recentemente, Baidu ha annunciato una partnership con Tesla e altre aziende per implementare un avanzato sistema di navigazione.

Le partnership internazionali sono cruciali: Tesla, come altre aziende straniere, deve collaborare con società cinesi che hanno già ottenuto le licenze necessarie per operare sistemi di guida intelligente su strade pubbliche. Questo è un requisito fondamentale per chi vuole entrare nel mercato cinese in questo settore.