Salone auto di Ginevra
Salone auto di Ginevra

Il celebre Salone Auto di Ginevra chiude i battenti. La Fondazione Comité permanent du Salon international de l’automobile ha deciso di interrompere definitivamente l’evento. L’impatto del Covid e l’invasione delle auto cinesi hanno contribuito a questa decisione storica.

Il Salone Auto di Ginevra chiude definitivamente

Dopo anni di prestigio e innovazioni, la Fondazione Comité permanent du Salon international de l’automobile ha deciso di mettere la parola fine a questa storica manifestazione. L’ultima edizione si è tenuta nel 2024, dopo una pausa di quattro anni causata dalla pandemia di Covid-19, ma il tentativo di rilancio non ha avuto il successo sperato. La chiusura segna la fine di un’era per uno degli eventi più iconici del settore automobilistico europeo.

La concorrenza cinese mette sotto pressione l’industria europea

Le auto cinesi, sempre più competitive in termini di qualità e prezzo, hanno conquistato una fetta crescente del mercato. Questo ha avuto un impatto significativo non solo sulla produzione, ma anche sui grandi eventi fieristici in Europa. La crescente presenza di produttori cinesi ha reso ancora più difficile per i saloni europei mantenere la loro attrattiva, costringendo molti a ripensare il loro futuro o, come nel caso di Ginevra, a chiudere definitivamente.

L’evento continuerà solo in Qatar nel 2025

Nonostante la chiusura a Ginevra, gli organizzatori hanno deciso di spostare l’attenzione verso l’oriente, confermando l’appuntamento in Qatar. Previsto per novembre 2025, questo evento rappresenta un tentativo di mantenere viva la tradizione del salone dell’auto in un mercato emergente e in forte espansione. La decisione riflette un cambiamento strategico che segue il baricentro produttivo e commerciale dell’automotive, sempre più orientato verso l’Asia.