Ebimotors Mugello

Con un secondo ed un quarto posto di classe 992 AM, si conclude la 12 ore del Mugello 2024 di Ebimotors. La corsa, prima prova del challenge 24h Series 2024 by Hankook, si è svolta sulla veloce pista toscana nelle giornate del 23 e 24 marzo. Una gara difficile sotto tanti punti di vista. Il traffico in pista, con auto di differenti categorie, non era un avversario semplice. A tutto ciò si sono aggiunte delle condizioni meteo piuttosto difficili. Sabato il cielo coperto ha reso difficile mettere in temperatura le gomme, specie nelle parti di gara in cui vigeva la regola “Code 60” (per capirci la virtual safety car della Formula 1).

Domenica, dopo alcune ore di sole, ha iniziato prima una pioggerella fastidiosa ed intermittente che nel corso dell’ultima ora di gara si è trasformata in diluvio. Entrambe le auto di Ebimotors sono state brave a restare in pista quando l’asfalto era ancora parzialmente asciutto, evitando più soste ai box per mettere, togliere e rimettere le gomme rain. Un ottimo lavoro è stato fatto dagli ingegneri ai box e dai meccanici nei frequenti cambi gomme e piloti. La squadra di Enrico Borghi ha fatto come sempre la differenza in positivo.

I RISULTATI

Per la Porsche 992 GT3 Cup numero 974 è maturato un secondo posto di classe, condito da un’undicesima piazza assoluta. I quattro driver (Mantas Janavicius, Aurelius Rusteika, Marius Bartkus, Valter Zviedris) hanno saputo alternarsi in degli stint di gara sempre veloci e senza sbavature, con una rimonta continua ed inesorabile. Oltre 1.650 sono stati i chilometri totalizzati dai quattro.

Molto bravi anche gli italiani Paolo Venerosi Pesciolini, Paolo Gnemmi e Gianluigi Piccioli, Porsche gemella numero 973, capaci di agguantare con i denti una quarta piazza di classe. Anche per loro una prova senza sbavature e di rilievo. Peccato per le due forature del sabato, senza le quali probabilmente sarebbe stato un podio. L’esperienza dei piloti ha saputo fare la differenza in molte fasi di gara, con 310 tornate portate a casa, pari ad oltre 1.625 km.

Ora per il team Ebimotors ci sarà subito da lavorare per preparare le prossime corse e per mettere in piedi gli equipaggi dei vari campionati del 2024.