Continua l’incredibile successo di Harry Potter And The Cursed Child, lo spettacolo teatrale dedicato al mago creatura di J.K.Rowling, che ha debuttato quasi due anni fa a Londra e che sta spopolando anche a Brodway. Ma quanto di questo può realmente influenzare la scelta di tornare sul grande schermo per un adattamento cinematografico?

Ambientata ben 19 anni dopo l’ultimo film, la piece riprende le avventure di Harry e dei suoi amici ormai adulti e genitori, in un ipotetico proseguimento dell’epopea di Hogwarts. Ma, con i dovuti effetti speciali del caso, gli attori originali sarebbero disposti a tornare sul set?

Negli ultimi anni si sono susseguite una serie di voci, spesso infondate, sulla volontà della Warner Bros di riprendere il fortunato franchising. La concomitanza, quest’anno, tra la Pasqua e il Pesce d’Aprile, non ha poi aiutato a svelare la verità, con una serie di foto-bufala che ritraebbero Daniel Radcliffe di nuovo nei panni del mago.

A restare più scettica comunque sembra sempre la Rowling, che ha più volte smentito ogni possibile coinvolgimento in una nuova pellicola. Più aperte le frasi rilasciate dagli attori nelle varie interviste, che seppur entusiasti di essersi potuti calare in nuovi personaggi, slegandosi dai ruoli che li hanno resi celebri, sarebbero disposti a valutare eventuali script interessanti.

Impossibile dire adesso come si evolverà la storia, ma di sicuro più passa il tempo e più l’aspetto adulto dei protagonisti sembra adattarsi perfettamente al possibile seguito.