Il futuro dei brand di Stellantis sarà sempre più elettrico per tutti quanti i marchi del gruppo? Sembra questo il futuro atteso nei prossimi anni, con la rivoluzione delle auto a batteria che si avvierà tra il 2024 ed il 2025 e potrebbe portare alla nascita di sole vetture elettriche entro la fine del decennio.

Alfa Romeo rinascerà dapprima con modelli di largo consumo, con suv in primis. Già vista la Tonale, seguirà un nuovo crossover di segmento B nel 2023, che potrebbe chiamarsi Brennero. Successivamente potrebbero debuttare la nuova Stelvio, la nuova Giulietta e la nuova Giulia.

Una volta completato il processo di rinascita che dovrebbe riportare le vendite tra le 200 e le 300 mila auto all’anno (come minimo, n.d.r.) si potrà pensare a dar vita ad una vettura dalle prestazioni elevatissime, anche se di nicchia.

Il designer Mirko Del Prete ha ipotizzato una supercar a batterie in arrivo entro la fine del decennio. Potrebbe chiamarsi Fulmine? Non lo sappiamo per ora, intanto ringraziamo l’artista per la concessione della foto usata in copertina.

L’auto potrebbe arrivare entro la fine del decennio con prestazioni elevatissime, motori con potenze tra 550 ed 800 CV e scatto da 0 a 100 in tempi tra i 3 ed i 2,2 secondi netti. Lunghezza di circa 460 cm.

Le batterie da 80 kWh potrebbero garantire un’autonomia tra 400 e 550 km a seconda delle motorizzazioni. La trazione potrebbe posteriore o integrale elettrica. Velocità massima limitata elettronicamente tra i 250 ed i 280 km/h in maniera da non far diminuire drasticamente l’autonomia.

La nuova Alfa Romeo elettrica ad altissime prestazioni potrebbe garantire un enorme effetto boomerang a livello di prestigio e visibilità. L’auto darà quel tocco di classe in più che al momento manca al brand. Staremo a vedere davvero nei prossimi anni quali saranno i piani industriali della Casa di Arese. Seguiteci per aggiornamenti.