Lancia Ypsilon

Ci apprestiamo a vivere un 2024 all’insegna del segno + per i più importanti e storici marchi automobilistici italiani. Parliamo di Fiat, Alfa Romeo e Lancia che beneficeranno il prossimo anno della cura Stellantis. In molti potrebbero storcere la bocca, visto che molta tecnologia che andrò ad equipaggiare le nuove vetture è di origine francese. Ma lo sappiamo benissimo, il settore automotive nazionale aveva bisogno di un partner forte ed in salute per uscire da una crisi che durava ormai da diversi anni (specie per Alfa Romeo e Lancia).

Vediamo, marchio per marchio, cosa arriverà il prossimo anno.

NUOVI MODELLI FIAT

Oltre al primo anno pieno della neonata 600, il 2024 sarà l’anno della nuova Fiat Panda. Una vettura molto attesa, anche elettrica e più grande di oggi. La vedremo probabilmente entro l’estate, con prezzo d’attacco altamente competitivo. Si parla di una somma attorno ai 17 mila euro per l’endotermica e sui 23.000 € per l’elettrica. Un upgrade di prodotto potrebbe arrivare anche per la 500e e per la vecchia Panda.

ALFA ROMEO IN NETTA ASCESA

Dopo il lancio della Tonale, anche Alfa Romeo seguirà il destino di Fiat con una proposta concreta. Arriverà il nuovo crossover Milano. L’auto si baserà su tecnologia costruttiva fi Fiat 600 e Jeep Avenger, ma si inserirà in una fascia di mercato premium. La Casa del Biscione vorrebbe venderne 100 mila all’anno. La Brennero sarà elettrica ed a benzina mild hybrid.

LANCIA, ATTESA LA YPSILON

Dopo una calma piatta durata oltre 10 anni, in Lancia inizierà una nuova era. Addio cara e vecchia Ypsilon my 2011. Arriverà il modello nuovo, primo della triade formata da Ypsilon, Gamma e Delta attese entro il 2028. La nuova Lancia Yspilon sarà una compatta di segmento B, derivata dalle cugine Opel Corsa e Peugeot 208. L’auto sarà proposta sia a benzina mild hybrid che elettrica con medesime specifiche delle cugine. Presentazione entro la prossima primavera.