A pochissimi giorni dalla presentazione dell’8 febbraio, la nuova Alfa Romeo Tonale viene svelata in ulteriori particolari. La Casa madre ha infatti postato su Instagram un filmato nel quale mostra alcuni particolari di quella che dovrebbe essere, almeno in una fase iniziale di carriera, la versione top di gamma, denominata Veloce.

Un allestimento che, stando alle ultime informazioni, dovrebbe andare a contraddistinguere solo una o due varianti di motori, ma non l’intera gamma del suv. Gli allestimenti Super, Sprint e Ti dovrebbero, invece, essere lanciati su tutte quante le motorizzazioni. La Super (ovvero la base) non ci sarà ove presente la Veloce.

Di seguito, dal canale Youtube di Rons Rides, le prime immagini dell’Alfa Romeo Tonale Veloce:

Inoltre riportiamo, dal forum del sito Cochespias, quello che potrebbe essere secondo Quattroruote, l’aspetto della Tonale Veloce.

L’auto sarà contraddistinta da un look tutto suo, che punterà a garantire un aspetto altamente sportivo. Saremo un po’ come nel caso della S-line edition per Audi, la M Sport per BMW e la AMG per Mercedes.

L’Alfa Romeo Tonale Veloce sarà dotata di kit estetico appositamente creato, doppio terminale di scarico posteriore, fari Matrix LED (da confermare) ed assetto che potrebbe essere leggermente ribassato. Ma con quale o quali motori ci aspettiamo di trovare a listino la top di gamma Veloce?

Le ipotesi sono due. L’Alfa Romeo Tonale Veloce arriverà certamente in Italia con la nuova tecnologia ibrida ricaricabile. La base endotermica sarà il 1.3 litri turbo Firefly a 4 cilindri, affiancato da propulsore elettrico. La potenza totale complessiva potrebbe arrivare a circa 250-260 CV, con un incremento rispetto a quanto oggi presente sui prodotti Jeep. Inoltre dovrebbe aumentare di qualche km l’autonomia in modalità elettrica, sino a sfiorare i 60 km.

La seconda possibilità prevede l’allestimento Veloce anche su un’ipotetica versione a benzina dotata di 2.0 litri turbo. Questa motorizzazione potrebbe essere lanciata con circa 250 CV in modo da non dover pagare il superbollo e, forse, con tecnologia micro ibrida. Non è chiaro, però, se la 2.0 litri turbo, che avrà consumi ed emissioni più alte rispetto alle altre versioni a benzina, sarà una prerogativa del solo mercato americano. Attendiamo alcuni giorni per avere una risposta certa.