Pierfrancesco Favino protagonista di uno dei momenti più commoventi del Festival di Sanremo nella finalissima di Sabato.

Il grande attore, ancora una volta dimostra le sue incredibili abilità artistiche incollando alla poltrona con un monologo scioccante che precede l’entrata in scena di Fiorella Mannoia che duetta con Baglioni.

Momento bellissimo e altissimo. Favino regala quello che il direttore artistico scherzosamente gli chiedeva da tante sere, quell’attimo dedicato alle “parole” che nelle altre occasioni era sfociato nelle risate e che stavolta invece ha scatenato emozioni fortissime, immedesimandosi in un immigrato, calandosi talmente nel ruolo da lacrimare, recitando le bellissime parole di “La notte prima della foresta” di Koltes.

Intenso poi il momento canoro tra la Mannoia e Baglioni con un omaggio al grande Fossati.

Il Festival sembra calato in un’altra realtà fino a quando ritorna la Hunziker, visibilmente commossa a presentare Noemi. Forse la parte più bella di questo Sanremo targato Baglioni.