Sanremo 2018 parte alla grande con l’esplosività di Fiorello, e il comico siciliano come al solito non ha peli sulla lingua e riserva le sue battute per personaggi molto noti.

Parte con le ormai vicine Elezioni del 4 Marzo, definendo scherzosamente Di Maio, leader del Movimento 5 Stelle (pur non citandolo direttamente), “toy boy” della Berti, in riferimento all’appoggio che la cantante ha più volte espresso verso Grillo e i suoi.

Fiorello poi parla di comunicazione, definisce antiquata la tv per un pubblico ormai abituato a Youtube, agli streaming e a poter bloccare i programmi in qualsiasi momento. Ne ha così pure per il canone, definendo la Rai di adesso la “più ricca di sempre”.

Spazio poi per le sue abilità canore. Fiorello si dedica a un medley particolarissimo dedicato alla coppia Morandi- Baglioni, riuscendo però con la sua straordinaria istrionicità a mixare i successi dei due in uno dei momenti più belli della serata.