Supercharger Tesla
Supercharger Tesla

Elon Musk non molla e rilancia alla grande: nonostante aver appena licenziato quasi tutti i 500 dipendenti del team Supercharger, Tesla punta a espandere la sua rete di ricarica per veicoli elettrici. E lo fa con un piano da 500 milioni di dollari. Sì, mezzo miliardo di dollari, anche se sembra stia riducendo la squadra che dovrebbe realizzare tutto questo.

Settimana scorsa, il mondo Tesla è rimasto a bocca aperta quando Musk ha deciso di dare il benservito a gran parte del team Supercharger. Ma invece di arretrare, il boss di Tesla scommette tutto su una rete di ricarica ancora più capillare, essenziale per convincere i potenziali clienti che le sue auto elettriche non rimarranno a secco nel bel mezzo del nulla.

Non è tutto: mentre sfoltisce il personale, Musk non risparmia sulle tecnologie di guida autonoma, con un investimento da capogiro di 10 miliardi di dollari solo per quest’anno. Obiettivo? Far avanzare la tecnologia AI e lanciare i robotaxi. Insomma, licenzia ma non smette di investire nei settori chiave per il futuro dell’auto.

Le mosse strategiche di Tesla possono sembrare schizofreniche, ma Musk è sicuro che questi cambiamenti rafforzeranno la fiducia degli investitori. Per lui, Tesla non solo vuole dominare il mercato degli EV ma anche diventare il pioniere della guida autonoma. Ora resta solo da vedere se riuscirà a realizzare tutto questo con un team ridotto all’osso.