ricarica elettrica auto
ricarica elettrica auto

Dopo una lunga attesa e numerosi rinvii, il tanto atteso ecobonus auto 2024 è finalmente operativo. Pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, questo provvedimento introduce nuovi incentivi per l’acquisto di auto a basse emissioni, con un fondo totale di 1 miliardo di euro (950 milioni di euro per l’ecobonus 2024, 50 milioni di euro aggiuntivi stanziati dalla legge 30 dicembre 2020, n. 178). Vediamo nel dettaglio cosa prevede.

Le tre fasce di incentivi

Il provvedimento prevede tre fasce di incentivi basate sulle emissioni di CO2:

  1. Prima fascia (0-20 g/km): Dedicata alle auto 100% elettriche con un prezzo massimo di 35.000 euro (Iva esclusa). Il contributo è di 6.000 euro, che può aumentare fino a 11.000 euro con la rottamazione di un veicolo di classe euro 0-2, e a cifre leggermente inferiori per euro 3 e 4.
  2. Seconda fascia (21-60 g/km): Include le ibride plug-in con un prezzo massimo di 45.000 euro (Iva esclusa). L’incentivo è di 4.000 euro, con un aumento possibile fino a 8.000 euro in caso di rottamazione.
  3. Terza fascia (61-135 g/km): Comprende le auto full-hybrid, mild hybrid e Gpl con un prezzo massimo di 35.000 euro (Iva esclusa). Il bonus è di 3.000 euro, che può salire fino a 5.000 euro con la rottamazione.
Fascia di EmissioniIncentivo senza RottamazioneIncentivo con Rottamazione Euro 4Incentivo con Rottamazione Euro 3Incentivo con Rottamazione Euro 0, 1 o 2Limite di Prezzo (IVA esclusa)
0-20 g/km CO2 (Elettriche)6.000 €9.000 €10.000 €11.000 €35.000 €
21-60 g/km CO2 (Ibride Plug-in)4.000 €5.500 €6.000 €8.000 €45.000 €
61-135 g/km CO2 (Ibride, Mild Hybrid, GPL)3.000 €1.500 €2.000 €3.000 €35.000 €
Auto Usate (Euro 6, max 160 g/km CO2)2.000 € con rottamazione Euro 425.000 €
Trasformazione a GPL400 €
Trasformazione a Metano800 €

Novità per le famiglie a basso reddito

Un’importante novità riguarda le famiglie con un reddito Isee inferiore a 30.000 euro, che possono beneficiare di una maggiorazione del 25% sugli importi degli incentivi. Questo significa che l’incentivo per un’auto elettrica può arrivare fino a 13.750 euro.

Procedura per ottenere gli incentivi

Dal 3 giugno sarà attiva la piattaforma sul sito del Ministero delle Imprese (https://ecobonus.mise.gov.it) per prenotare i bonus. Gestita da Invitalia, la piattaforma permetterà di compilare i moduli e verificare i criteri di attribuzione dei contributi.

Incentivi per la trasformazione a Gpl e metano

Il Dpcm pubblicato il 25 maggio prevede anche un fondo di 10 milioni di euro per la trasformazione a Gpl o metano delle vetture immatricolate dopo il 1° gennaio 2006. Il contributo è di 400 euro per impianti a Gpl e 800 euro per quelli a metano.

Incentivi per auto usate e noleggio a lungo termine

La riforma prevede anche incentivi per l’acquisto di auto usate Euro 6 con emissioni fino a 160 g/km, con un contributo di 2.000 euro se si rottama un’auto fino a Euro 4. Per il noleggio a lungo termine, è introdotto un contributo per contratti di durata non inferiore a tre anni, il cui ammontare sarà fissato da un successivo decreto.

Un futuro più verde per l’italia

L’ecobonus 2024 rappresenta un’importante spinta verso la riduzione delle emissioni e il rinnovo del parco auto circolante in Italia. Con contributi significativi per l’acquisto di veicoli a basse emissioni e la rottamazione delle auto più inquinanti, il governo mira a incentivare l’adozione di auto più ecologiche e a migliorare la qualità dell’aria.