Dopo aver lanciato la promettente Jogger, quali saranno i piani di crescita del brand Dacia? Ipotizziamo l’arrivo del nuovo logo sull’intera gamma, mentre avremo novità a livello di modelli a partire dal 2023. Atteso per il prossimo anno un aggiornamento della Spring, mentre a cavallo tra 2023 e 2024 esordirà la nuova ed attesissima Duster.

Per quanto riguarda la Dacia Sandero, questa sta riscuotendo un enorme successo in europa. Dove commercializzata, anche la variante sedan con la coda Logan sta avendo buoni risultati.

Il posteriore molto aggressivo dell’ipotetica Dacia Logan shooting brake, come ideato da Uness Design

E’ mancata in questa generazione la Dacia Logan MCV/station wagon. Una tipologia di carrozzeria che, soprattutto in Europa occidentale (Italia e Francia in primis) avrebbe potuto ulteriormente incrementare le vendite del marchio.

Sembra che, però, tale modello non sia nei piani futuri del brand. Ci sembra doveroso comunque mostrarvi il render di questa Dacia Logan shooting brake ideata dal designer Uness Design. Trattasi ovviamente di progetto non ufficiale. Di seguito il link alla fonte da cui abbiamo preso le immagini dell’articolo:

https://www.behance.net/gallery/144019567/Dacia-shooting-brake-Concept

Una wagon dall’aspetto sportivo potrebbe andare ad inserirsi affianco alla Jogger, senza minarne le caratteristiche di vettura spaziosa. La Jogger è infatti una via di mezzo tra una monovolume ed un crossover. Lanciare una Dacia Logan shooting brake potrebbe permettere al brand di avere un modello da famiglia, ma dai contenuti “sportiveggianti”.

La lunghezza dell’auto potrebbe attestarsi sui 465-470 cm con un ampio vano bagagli da oltre 600 litri. Spazio a bordo per 5 persone. A livello di motorizzazioni potrebbero esserci delle versioni a benzina micro ibride dotate del 1.3 TCe da 140 e da 160 CV. Inoltre la Logan shooting brake potrebbe arrivare anche con le unità ibride attualmente impiegate sulla Renault Captur full hybrid ed ibrida plug-in. Per tutte le novità Dacia in arrivo nei prossimi mesi continuate a seguirci.