Fiat Uno 2026

Celebre super bomba degli anni ’80 e ’90 la potentissima Fiat Uno Turbo i.e. era una delle piccole sportive più a buon mercato per l’epoca. Al debutto nel maggio del 1985 il prezzo di listino era di sole 14.450.000 lire, vale a dire circa 7.000 € odierni. Brillanti erano le prestazioni del 1.3 litri turbo da 105 CV con una velocità massima di 205 km/h e scatto da 0 a 100 in 8,3 secondi. La potenza, con la seconda serie, è salita a 116 CV (diventata poi di 111 CV con il catalizzatore).Celebri sono state le versioni destinate alle corse, sia da rally che per le gare in salita. Insomma a quei tempi le baby supercar italiane facevano sognare.

Fiat Uno 2026

Oggi, con il rilancio del marchio Abarth, potremmo aspettarci la rinascita della Fiat Uno, che potrebbe anche essere riproposto in una potente versione marchiata con il logo dello Scorpione?

Difficile a dirsi ad oggi, non abbiamo notizie certe sul possibile ritorno della Fiat Uno, certo la notizia di un suo arrivo sconvolgerebbe il mercato auto nel corso dei prossimi anni. In che segmento potrebbe collocarsi la nuova Fiat Uno? l’auto potrebbe diventare un baby syv di segmento B dalle linee più sportiveggianti della neonata 600 e magari, qualche centimetro più lunga.

Le immagini relative alla nuova Fiat Uno sono state prese dal video del canale Youtube di Mahboub 1. Inseriamo di seguito il link alla fonte, precisando che si tratta di render non ufficiali:

POSSIBILI CARATTERISTICHE

Sono oltre 9 milioni gli esemplari di Fiat Uno venduti nella storia del modello. L’auto potrebbe ritornare nel 2026 con le stesse motorizzazioni della Fiat 600 e magari anche con la proposta mild hybrid da 136 CV. Avremmo anche un’elettrica da 156 CV che potrebbe avere un pacco batterie maggiorato sino a circa 60 kWh per oltre 450 km di autonomia.

La nuova Fiat Uno Turbo i.e. (i.e. potrebbe stare a significare “innovation electric”) potrebbe arrivare con marchio Abarth ed essere dotata di ben 240 CV, con doppia motorizzazione elettrica e trazione integrale. Ad oggi ovviamente non abbiamo certezze.

Per concludere salutiamo gli amici del sito Club Alfa che, mancando di originalità, prendono quotidianamente spunto da quanto scriviamo. Molto bravi.