Lancia Gamma

In fatto di nomi Stellantis sta facendo davvero un po’ troppa confusione. Il primo caso, eclatante, è stato quello dell’Alfa Romeo Junior. Per mesi l’auto era stata annunciata come Milano, poi, in seguito alla protesta del governo italiano, a presentazione già effettuata, l’auto ha cambiato nome.

Stando a quanto riportato da sito Passione Auto Italiane, una sorte simile potrebbe toccare anche alla futura lancia Gamma, ovvero al secondo modello del brand italiano atteso per il 2026. Proprio il CEO del marchio Luca Napolitano vorrebbe resuscitare un nome molto importante del passato. Parliamo di Lancia Thema.

La Lancia Thema, per la Casa torinese ha rappresentato l’ultima vera ed importante presenza nel segmento delle berline di lusso. Le successive vetture con nome Lancia Kappa e Lancia Thesis non sono mai davvero entrate nel cuore degli appassionati e non hanno mai dato vero filo da torcere alle pari livello tedesche.

Riprendere il nome Lancia Thema vorrebbe richiamare il passato ed il fasto della vettura prodotta tra 1984 e 1994. L’auto ha totalizzato ben 370 mila consegne in 10 anni, di cui otre 20 mila famigliari. Celebre fu la versione Lancia Thema 8.32, ribattezzata “Ferrari”, equipaggiata con il motore derivato da quello in uso sulla Ferrari Mondial Quattrovalvole.

La nuova Lancia Gamma o Thema che sia sarà una sorta di crossover di lusso, con linea affusolata, quasi da coupè. Lunghezza di 470 cm, 5 porte ed ampia capacità di carico. La vedremo solo elettrica con versioni a trazione anteriore ed anche con varianti integrali. Le potenze potrebbero andare tra 200 ed oltre 400 CV della top di gamma. Le batterie potrebbero avere due tagli da circa 70 e da una novantina di kWh. Autonomia fino a 700 km circa. Non si conoscono ancora i prezzi della vettura, ma il listino potrebbe attaccare da una cifra attorno ai 65 mila euro. Seguiteci per tutti gli aggiornamenti.